pixel facebook
Energia nel mondo26 Ottobre 2021
Chi ha inventato l'elettricità?

Chi ha inventato l’elettricità? Sembra una semplice domanda, ma sono molti i nomi che hanno contribuito all’invenzione dell’elettricità moderna.

L’invenzione dell’elettricità è una delle scoperte più complesse e rivoluzionarie della storia. Diversi studiosi se ne sono attribuiti il merito e in effetti, se nelle case oggi arrivano luce e gas, dobbiamo ringraziare ognuno di loro.

Dai primi esperimenti di 2000 anni fa alle scoperte scientifiche che hanno introdotto l’idea di energia pulita e sostenibilità, la storia di chi ha inventato l’elettricità è un affascinante percorso che attraversa i secoli e giunge fino agli interruttori delle nostre case.

La scoperta dell’elettricità, 2000 anni di innovazioni

Se dovessimo individuare in un unico nome chi ha scoperto la corrente elettrica, dovremmo fare per primo quello di Talete. Nella Grecia del 600 a.C. è stato lui, infatti, a intraprendere i primi esperimenti con la resina fossile chiamata ambra. In grado di attrarre alcuni oggetti e di provocare scintille se sfregata con altri materiali, proprio dall’ambra parte lo studio di questa misteriosa disciplina.

Solo nel 1700 però si inizia a parlare in maniera definitiva della scoperta dell’elettricità: cos’è questa forza, come funziona e come la si può sfruttare per scopi domestici e industriali? Queste sono le prime domande che si pongono grandi studiosi come Stephen Gray, Jean Theophile Desaguilliers, William Gilbert, e Otto von Guericke.

Quest’ultimo, ampliando le scoperte e gli studi dei suoi predecessori, è il primo a creare una macchina elettrostatica. Siamo a metà del XVIII secolo e a breve arriveranno sul panorama scientifico mondiale i grandi nomi che hanno portato all’invenzione dell’elettricità per come la conosciamo oggi.

L’invenzione della corrente elettrica

Grazie ai luminari della scienza come Benjamin Franklin, Charles Augustin de Coulomb e Charles du Fay, la corrente elettrica ha avuto le sue prime applicazioni in campo pratico. Insomma, potremmo dire che a questi tre nomi va attribuita la scoperta della corrente elettrica.

Solo nel 1800 con gli studi di Luca Galvani e Alessandro Volta in seguito, viene creata una pila a corrente elettrica alternata. Possiamo dire che, finalmente, questa è la risposta alla domanda Chi ha inventato la corrente elettrica?

Certo gli esperimenti di Galvani e Volta sulla conducibilità elettrica degli esseri viventi non avrebbero avuto luogo senza le scoperte dei loro predecessori, ma è da questo momento che quella dell’elettricità viene considerata una vera e propria rivoluzione.

Chi ha inventato l'elettricità?
Alessandro Volta e l’elettricità

Applicazioni industriali e non solo: come siamo arrivati all’invenzione dell’energia elettrica

Se oggi usiamo la corrente elettrica per alimentare gli elettrodomestici, fornire luce e calore alle nostre case, mettere in moto macchinari più o meno complessi, è perché il grande fermento del 1800 ha portato a scoprirne innumerevoli applicazioni. Nessuna più importante di quella di Thomas Edison: la lampadina. Questa abbagliante invenzione vede la luce (letteralmente) nel 1879 e da quel momento il mondo non sarà più lo stesso. Lavoratori, studenti, scrittori, viaggiatori, medici e scienziati hanno un modo molto più semplice per svolgere le loro attività nelle ore serali rispetto alla lampada ad olio. Il mondo occidentale comincia a percepire di trovarsi sull’orlo di un precipizio: da quel momento in poi niente sarà più lo stesso. Tutti gli studiosi, da Tesla a Fleming a Einstein riconoscono l’importanza della scoperta della corrente elettrica e la useranno in tutti i loro esperimenti futuri.

Il presente e il futuro della corrente elettrica

Adesso sappiamo dire chi ha inventato l’elettricità, ma gli studi su questa straordinaria scoperta sono ancora in corso. Seppure sembri ormai una certezza nelle vite del XXI secolo, la corrente elettrica ha ancora tanto da dare al mondo, agli esseri umani e al pianeta. Le ricerche degli ultimi decenni si concentrano sull’invenzione dell’elettricità green, più sostenibile e meno inquinante rispetto a quella tradizionale. Questa, alimentata da fonti di energia rinnovabile come l’eolico, il fotovoltaico, l’energia da biomasse, è certamente il futuro della fornitura di corrente per milioni di persone in tutto il mondo. Le scoperte sull’energia sostenibile permetteranno di salvaguardare le risorse limitate del pianeta e usare fonti rinnovabili e inesauribili, consentendo un accesso all’energia più ampio e più sicuro per tutti. Questo è uno degli obiettivi sostenibili che i Paesi della Nato si sono imposti di raggiungere entro il 2030 e verso i quali stanno lavorando incessantemente. Quindi sì, chi ha inventato l’elettricità ha fatto un enorme dono all’umanità. Adesso sta a noi proteggere quella scoperta e ampliarla nei migliori modi possibili.

Hai bisogno di aiuto?

Contatti