pixel facebook Come funziona la pompa di calore e quali sono i vantaggi?

IL MERCATO DELL'ENERGIA

Come funziona la pompa di calore e quali sono i vantaggi?

Questo articolo parla di:pompadicalore, riscaldamento, risparmioriscaldamento

La pompa di calore è diventata ormai un apparecchio d’uso comune nelle case e ovunque si voglia mantenere una temperatura ideale, in grado di assicurare massimo benessere sia d’estate che d’inverno. Vediamo nello specifico come funziona la pompa di calore.

Vantaggi di una pompa di calore

Considerata a tutti gli effetti uno dei più efficaci sistemi rinnovabili ad oggi disponibile, la pompa di calore va a sfruttare l’energia termica prodotta da fonti naturali come terreno, acqua e aria. Questi apparecchi sono in grado di trasferire calore da un ambiente più freddo ad uno più caldo mediante un processo simile a quello di un frigorifero, ma all’inverso.

Il calore in un frigorifero viene estratto dall'interno e proiettato all'esterno. Sfruttando lo stesso principio, la pompa di calore opera nella maniera inversa. Infatti, estrae il calore da una fonte naturale e lo trasferisce nei locali alla giusta temperatura, mantenendo gli ambienti caldi e accoglienti.

Durante la stagione invernale, quindi, la pompa di calore cattura l’energia termica dagli elementi principali presenti in natura, a temperature basse, e la trasferisce all'interno degli edifici ad alta temperatura per riscaldarli.

Al contrario, nel periodo estivo preleva il calore in eccesso dalle abitazioni e lo espelle all’esterno, rinfrescando gli ambienti. Per capire meglio questo processo basta mettere una mano dietro al frigorifero: il calore avvertito viene sottratto agli alimenti, che si mantengono freschi, e viene disperso nell’ambiente della cucina mediante la serpentina che si trova sulla parte posteriore del frigo, all’esterno.

Allo stesso modo delle caldaie, la pompa di calore è anche in grado di produrre acqua calda sanitaria, cioè l’acqua che viene utilizzata comunemente nelle cucine e nei bagni.

Questo dispositivo ha dunque una serie di vantaggi non indifferenti, e oltre che riscaldare e rinfrescare gli ambienti mantenendo la temperatura ideale per 365 giorni dell’anno, assicura anche la possibilità di usare questi impianti per portare a temperatura l’acqua necessaria sia per i termosifoni che per uso personale.


Pompa di calore come funziona

Come funziona una pompa di calore? La pompa di calore funziona grazie alla presenza di un circuito chiuso che all’interno contiene un fluido refrigerante soggetto a variazioni di stato ciclici, ovvero che passa dalla fase liquida a quella vaporizzata e al contrario.

Queste variazioni ovviamente determinano dei cambiamenti di temperatura e pressione, che avvengono soprattutto a livello dell’evaporatore dove la pompa di calore, una volta acquisita energia termica dall’ambiente, trasforma appunto il fluido da liquido a vapore.

Invece, utilizzando l’energia elettrica, ci sarà ancora una volta il passaggio allo stato liquido a livello del compressore e l’apparecchio in questa fase cede calore all’impianto. Tutto questo si verifica ciclicamente e si conclude grazie ad una valvola di espansione che permette al fluido di tornare al suo stato iniziale.

Il bilancio energetico riguardante il funzionamento della pompa di calore è piuttosto positivo, basta considerare che la quota di energia termica prodotta è perlomeno cinque volte di più rispetto al consumo di elettricità. Inoltre, il vantaggio poi di poter utilizzare la pompa di calore sia in inverno che in estate la rende una fra le soluzioni più convenienti in ambito domestico.


Risparmio effettivo con le pompe di calore

Oltre ai numerosi vantaggi che rendono funzionali ed efficienti le pompe di calore, vi sono anche degli incentivi statali che spettano di diritto a coloro che decidono di installare questo tipo di apparecchi. Gli incentivi sono di due tipologie:

·         Detrazione fiscale del 65% deducibile in 10 anni

·         Conto Termico, in vigore dal 31 maggio 2016, un incentivo specifico per la produzione di energia termica e l’aumento dell'efficienza energetica derivante da fonti rinnovabili.

Il Conto Termico consiste in un rimborso che copre una spesa fino a 700€ e viene restituito tramite bonifico bancario. Invece, per quanto riguarda l’efficienza energetica che viene incrementata grazie a questi dispositivi, consente al cliente di ottenere un risparmio in bolletta che va da dal 40% al 70%.

Dove installare la pompa di calore

Indicata per diminuire i consumi di energia e le emissioni di CO2, la pompa di calore è dunque la scelta attualmente più sostenibile e la più valida rispetto ai tradizionali impianti a gas o a idrocarburi.

Adatta da installare in una nuova abitazione, la si può inserire in costruzioni ben isolate, sia come fonte unica di riscaldamento che affiancata ad impianti a pavimento o a radiatori funzionanti con acqua a temperatura ridotta.

Se invece si tratta di riqualificare un impianto tradizionale e si vuole installare una pompa di calore si può prevedere di ridurre la temperatura di funzionamento dei radiatori presenti.

Per un ottimo rendimento stagionale dell’apparecchio bisogna tenere conto del lavoro che deve svolgere e di alcuni fattori determinanti come la qualità della pompa di calore, la tipologia di impianto termico, la zona climatica, la progettazione corretta e la posa dell’impianto.

Per questo è fondamentale valutare le caratteristiche dell’apparecchio rispetto alle condizioni dell’edificio e agli interventi da effettuare per l’installazione.

  
Apri Nuovi Clienti
Chat