pixel facebook Festeggiamo la Giornata Internazionale del Risparmio Energetico

ENERTIPS

Festeggiamo la Giornata Internazionale del Risparmio Energetico

Oggi si celebra la Giornata Internazionale del risparmio energetico, che anticipa quella nazionale del 6 marzo, in occasione di M’illumino di meno. Queste giornate sono state istituite per ricordare l’importanza del tema ambientale e dell’energia. Nel caso della giornata nazionale, addirittura, ogni anno si sceglie un “argomento” specifico per cui fare maggior sensibilizzazione. Ad esempio, per il 2020 il tema sarà quello dell’importanza delle piante.



La “storia” della sostenibilità

Sono ormai alcuni anni che si sente parlare di risparmio energetico, che in un certo senso riassume le sfide ambientali (e non solo) del nostro secolo. Molti paesi del mondo hanno iniziato a prestare attenzione al tema della sostenibilità già negli anni ’70, quando ci fu la cosiddetta crisi energetica, causata da un brusco aumento del costo del petrolio. Nel corso degli anni, poi, la sensibilità al tema ambientale è aumentata e le persone si sono interessate a tutti gli aspetti ambientali, andando oltre il solo problema del costo dell’energia. Proprio in questo modo nasce il concetto di “sviluppo sostenibile”, ovvero di una crescita che permetta sia a noi, che alle generazioni future la possibilità di utilizzare risorse e di non temere per il proprio benessere. Tra gli eventi più importanti della storia della sostenibilità ci sono sicuramente la Conferenza di Rio su ambiente e sviluppo del 1992 e il famoso Protocollo di Kyoto del 1997, che prevede la riduzione delle emissioni di CO2. Anche il risparmio energetico, infatti, ha l’obiettivo di ridurre il consumo di risorse naturali e le emissioni inquinanti necessarie per la produzione di energia.


 

L’energia a casa: per cosa usiamo più energia?

Uno dei posti in cui è possibile “fare” risparmio energetico è proprio la nostra casa. I consumi domestici, infatti, sono ancora tra i principali responsabili dei consumi energetici totali. Più nello specifico, è il riscaldamento ad essere la prima causa delle grosse quantità di energia spesso utilizzate dagli edifici. Basti pensare che il riscaldamento domestico incide sui consumi domestici almeno 4 volte rispetto alla produzione di acqua calda sanitaria. A peggiorare la situazione, è un eventuale impianto di climatizzazione, che aggiunge agli elevati consumi invernali, anche dei picchi estivi.



Il risparmio energetico a casa

Per un vero risparmio energetico a casa servono due ingredienti fondamentali, ovvero un comportamento responsabile delle persone e un edificio performante. Per quanto riguarda il primo fattore, è importante che le persone siano consapevoli di quanto consumano e in che modo lo fanno. Per questo devono essere eliminate le cattive abitudini, come il dimenticare le luci accese o impostare il riscaldamento su una temperatura troppo elevata. In aggiunta è possibile scegliere di installare un sistema per il controllo dei consumi domestici, ad esempio con delle “smart plug” che ci informano su quanto consuma un elettrodomestico.




Nel caso degli edifici, invece, fanno la differenza un buon sistema di isolamento, degli infissi performanti, l’assenza di spifferi e l’installazione di impianti efficienti, sia per la climatizzazione che per l’illuminazione. Inoltre, sempre più frequentemente si può ricorrere a sistemi domotici o a semplici automazioni, che aiutano a gestire meglio la propria casa. Un esempio semplice? Scegliere l’illuminazione Philips Hue, che ti aiuta a regolare e gestire in modo intelligente l’illuminazione domestica. Trovi questi dispositivi anche nei nostri negozi! In conclusione, oltre ad intervenire in modo adeguato sulla propria casa, i trucchi per risparmiare energia non mancano… servono solo impegno e consapevolezza.

 

 



Apri Nuovi Clienti